Mostrare il significato di EI!

Costruire un'infrastruttura ecologica efficiente: questo compito generazionale impegnerà nei prossimi decenni un gran numero di attori in Svizzera, non solo nella pianificazione, nel finanziamento, nel coordinamento o nell'attuazione, ma anche nella comunicazione. Missione B vuole dare un contributo in questo senso e si dedica quindi a un maggiore scambio di esperienze e informazioni.

Stiamo sviluppando continuamente questo sito web e vogliamo registrare, accompagnare e documentare i progetti nel campo delle infrastrutture ecologiche, tra le altre cose.

Gli interessati sono invitati a sottoporci le loro iniziative e i loro progetti, preferibilmente via e-mail all'indirizzo netzwerk@missionb.ch.

Grazie mille!

 

 

L'infrastruttura ecologica
spiegata in modo semplice (Ufficio federale dell'ambiente UFAM)

OEIPic

 

 

OeInfra


www.oekologische-infrastruktur.ch


 

umwelt-schweiz.ch

Dossier «Infrastruttura ecologica»

 

 

KtBE

L'infrastruttura ecologica in breve

 

 

Birdlife

Campagna BirdLife Infrastruttura ecologica

 

Infrastruttura ecologica

La Svizzera ha bisogno di un'infrastruttura ecologica (IE). Così come le persone hanno bisogno di abitazioni e infrastrutture di trasporto o energetiche, anche gli habitat naturali hanno bisogno di essere collegati. Piante e animali hanno bisogno di strutture con zone e aree interconnesse, vicine alla natura, in cui potersi muovere, scambiare e diffondere.

Le reti di habitat naturali e seminaturali importanti per la conservazione della biodiversità svizzera sono definite infrastrutture ecologiche (EI). Al fine di preservare la biodiversità a lungo termine, la Strategia per la Biodiversità della Svizzera del Consiglio Federale richiede anche la creazione di un'infrastruttura ecologica di aree protette e aree di connettività entro il 2040 - sia nelle aree rurali che in quelle urbane, sull'Altopiano svizzero, nel Giura e nelle Alpi.

L'infrastruttura ecologica dovrebbe essere pianificata e attuata a livello nazionale, cantonale e locale. Dovrebbe comprendere aree centrali e di connettività ecologicamente e spazialmente rappresentative, designate secondo criteri uniformi.

Le aree centrali dovrebbero un giorno coprire almeno il 17% dell'area del Paese. Le aree centrali e le aree di connettività insieme dovrebbero occupare circa un terzo dell'area del territorio nazionale. Il Piano d'azione della Strategia Biodiversità Svizzera descrive e mette in scena le misure corrispondenti. Da un lato, sono necessarie aggiunte e aggiornamenti specifici al sistema delle zone protette svizzere, dall'altro, la creazione e la salvaguardia di un sistema di aree di connettività in tutto il paesaggio in generale.

L'infrastruttura ecologica è un compito generazionale e un elemento centrale della politica ambientale. È pienamente e vincolantemente integrata negli strumenti di pianificazione territoriale e viene attuato immediatamente e in tutti i settori. In questo modo, l'IE può contribuire in modo significativo alla salvaguardia di importanti servizi ecosistemici per la società e l'economia e alla promozione della qualità del paesaggio.

Le aree protette sono particolarmente importanti per la conservazione della biodiversità in Svizzera. Sie sorgen nicht nur dafür, dass Arten in ihren angestammten Lebensräumen verbleiben, sich Bestände bedrängter Arten erholen oder Ökosysteme ihre Funktionen erfüllen können. Schutzgebiete tragen auch dazu bei, dass das vielfältige Landschaftsbild der Schweiz erhalten bleibt. Als Ergänzung zu den schon bestehenden Schutzgebieten, die schon jetzt das Grundgerüst der ökologischen Infrastruktur bilden, müssen aber dringend zusätzliche Schutzgebiete errichtet werden.

Le zone protette isolate non sono sufficienti a mantenere la biodiversità e quindi i servizi ecosistemici nel lungo periodo.Per sopravvivere, ma anche per ricolonizzare o ricreare gli habitat, gli organismi devono essere in grado di disperdersi nel paesaggio. Le aree protette devono quindi rimanere collegate tra loro tramite ulteriori habitat, chiamati aree di rete.

 

L'infrastruttura ecologica, spiegata in modo semplice (Ufficio federale dell'ambiente UFAM)

 

 

Das Naturnetz Pfannenstil sorgt in zwölf Zürcher Gemeinden für ökologische Vernetzung. Hunderte kleinere und grössere Projekte im Bereich Natur und Biodiversität sorgen dafür, dass der Paradigmenwechsel vom «Restflächennaturschutz» zur grossräumigen Planung und Vernetzung von Naturflächen gelingt – in einer der am dichtesten besiedelten Regionen der Schweiz.